Una breve introduzione al contesto storico

Queste diapositive sono state realizzate e curate dal Prof. Antonio Spinelli del "Centro Studi sull'Internamento e la Deportazione dei Civili in Epoca Fascista Marina Eskenasi": http://www.dalrifugioallinganno.it/

PDF SCARICABILE

Origine e sviluppo del sistema concentrazionario fascista

Di Sante, Costantino, Origine e sviluppo del sistema concentrazionario fascista, in Lucchi, Olga, (a cura di), Dall’internamento alla libertà. Il campo di concentramento di Colfiorito, Atti del convegno di studi Foligno, palazzo Trinci, 4 novembre 2003, Editoriale Umbra, Foligno, 2004, pp. 12-23. LINK: http://www.deportati.it/static/pdf/libri/colfiorito.pdf

Mappa dei campi di concentramento e delle località di internamento "libero" in Abruzzo

Estratto dall'articolo di: AMODEI, Giampaolo, «L’Altro internato. Caratteri dell’internamento civile nell’Abruzzo fascista», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea: il dossier: Davanti e dietro le sbarre: forme e rappresentazioni della carcerazione, N. (1) 2, 2010. URL:<http://www.studistorici.com/2010/04/29/amodei_dossier_2/>                               PDF SCARICABILE

Giampaolo Amodei, «L’Altro internato. Caratteri dell’internamento civile nell’Abruzzo fascista», Diacronie, N. (1) 2,  2010,  p.27
Giampaolo Amodei, «L’Altro internato. Caratteri dell’internamento civile nell’Abruzzo fascista», Diacronie, N. (1) 2, 2010, p.27

Nicola Palombaro, in Patria Indipendente, n. 1,  2012, p. 10
Nicola Palombaro, in Patria Indipendente, n. 1, 2012, p. 10

Estratto dall'articolo di: Nicola Palombaro, Centinaia di oppositori ebrei, slavi e zingari finirono poi nei lager.

Il fascismo organizzò in Italia ben 43 campi di internamento, in Patria Indipendente, numero 1 del 2012, p.10, p. 13.

URL:<http://www.anpi.it/patria-indipendente/2012/1>                                                            PDF SCARICABILE

Nicola Palombaro, in Patria Indipendente, n. 1,  2012, p. 13
Nicola Palombaro, in Patria Indipendente, n. 1, 2012, p. 13

Note generali sulla storia dell'internamento

Conoscere i Lager: introduzione generale

Storia del Campo di concentramento di Casoli

Ricerca in corso. Pagina in costruzione. Fine dei lavori: ottobre 2017

1. Locale sottostante il vecchio Municipio di Casoli, in Via Mezzogiorno (nel 1940), precedentemente adibito a scuola di avviamento. Ospitò all'incirca 30 internati.

2. Locale di proprietà dell'allora Avvocato Vincenzo Tilli sito in Via Fiore, capienza 100 posti, gli internati ospitati furono succesivamente trasferiti al locale n.3 perché le stanze erano umide e malsane.

3. Locale sito sempre in Via Fiore, anch'esso di proprietà dell'Avvocato Vincenzo Tilli, usato precedentemente come sala polivalente (spettacoli teatrali, cinema, feste), ospitò circa 50 internati trasferitisi dal locale n.2.

Cfr. Vincenzo Rossetti, Storia di Casoli. Documentazione e approfondimenti, Comune di Casoli, 2014, p. 222.


 

AVVERTENZA: La riproduzione dei documenti è vietata senza autorizzazione.

            Per la condivisione citare la fonte www.campocasoli.org 

SOSTIENI IL PROGETTO

Documentiamo e ricerchiamo affinché non si dimentichi la memoria degli Internati civili del Campo di Casoli 1940-1944.

Il progetto di ricerca e documentazione on line sulla Storia del Campo di Concentramento di Casoli 1940-1944 www.campocasoli.org è senza fini di lucro, ideato, realizzato, sostenuto e curato da Giuseppe Lorentini

I documenti del fondo dell'Archivio storico del Comune di Casoli relativi al Campo di Concentramento sono riprodotti su questo sito in foto facsimilare su concessione del Comune di Casoli, Deliberazione di  G.C. n. 2 del 19.01.2017. www.campocasoli.org è il solo responsabile di questa pubblicazione e si declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Avvertenza: i materiali tutelati dalla legge sul diritto d'autore o concessi a www.campocasoli.org dagli aventi diritto non possono essere riprodotti senza previa autorizzazione.  Si invita a rispettare i principi e le direttive stabilite dal Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici (provvedimento n. 8-P-2001 del Garante per la protezione dei dati personali) e dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.  Inoltre si fa presente che i documenti raccolti in questo sito non possono essere utilizzati in contesti che possano recare pregiudizio al prestigio e al decoro del Comune di Casoli e dei suoi cittadini, ovvero ai diritti di terzi. Nel caso in cui dall'utilizzo, dalla diffusione ovvero dalla pubblicazione di tali documenti derivi pregiudizio ai suddetti diritti, si esonera da qualsiasi responsabilità il sito www.campocasoli.org. Si informa che l'eventuale pubblicazione o riproduzione integrale di tali documenti da parte di terzi è soggetta a previa autorizzazione e subordinatamente alla citazione della fonte (segnatura archivistica). La condivisione è autorizzata purché si citi sempre la fonte del sito  www.campocasoli.org.

    

RIPRODUZIONE  DEI DOCUMENTI VIETATA

CON QUALSIASI MEZZO SENZA AUTORIZZAZIONE

Licenza Creative Commons
I testi pubblicati sul sito www.campocasoli.org - Documenti e Storia del Campo di concentramento di Casoli 1940-1944 di Giuseppe Lorentini sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere richiesti a info@campocasoli.org.

CON IL PATROCINIO DI

CON IL PATROCINIO DI:

 

COMUNE DI CASOLI 

Provincia di Chieti

In collaborazione con