Rai Radio 3 a Casoli per il Giorno della Memoria 2019: "Di coraggio e di viltà" Una storia tra internamento, deportazione e resistenza

Rai Radio 3 per il Giorno della Memoria 2019

Rai Radio 3 in collaborazione con il Comune di Casoli (Chieti)

 

presenta

 

“Di coraggio e di viltà”
Una storia tra internamento, deportazione e resistenza

 

Rai Radio 3, in occasione del Giorno della Memoria27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz – propone uno speciale condotto da Marino Sinibaldi, dalle 20.00 alle 22.30, in diretta dal Cinema-Teatro Comunale di Casoli (Ch), piccola cittadina abruzzese in cui, fin dai primi giorni di guerra, sono stati internati 108 ebrei stranieri per lo più provenienti dall’Europa dell’Est e successivamente 110 internati politici “ex jugoslavi”, a maggioranza croati e sloveni.

 

Una serata ricca di testimonianze e riflessioni, con letture per la voce di Icks Borea e momenti musicali affidati all’Alexian Group: Alexian Santino Spinelli, fisarmonica; Gennaro Spinelli, violino; Omar Shokry, percussioni.

 

Anno dopo anno il Giorno della Memoria fatalmente assume una tonalità diversa. Scompaiono i testimoni diretti, si succedono le generazioni, cambiano le forme tecnologiche e sociali del ricordo. Una data come questa diventa sempre meno rituale e sempre più una sfida: trasmettere qualcosa di indimenticabile attraverso tempi, culture, sensibilità profondamente cambiati. Quest’anno, anziché raccontare episodi di macrostoria legati alla deportazione da grandi città con una presenza ebraica molto consistente come Torino, Ferrara, Roma, Livorno, Trieste, Napoli, Venezia, si è scelto di proporre una realtà diversa e una storia maggiormente ramificata e diffusa. 

Poco noto è infatti il caso dell’Abruzzo e del Molise che videro sul proprio territorio il maggior numero di campi di concentramento e località di internamento fascisti tra le regioni italiane e dove si intrecciarono storie di deportazione civile e militare e di resistenza armata e umanitaria. Su queste montagne e su queste strade nacque la leggendaria Brigata Maiella, la più grande formazione partigiana del centro Italia e l'unica formazione partigiana ad essere decorata di medaglia d'oro al valore militare alla bandiera.

 

Una parte della serata sarà poi dedicata alla discriminazione e deportazione di Rom e Sinti che in Abruzzo e Molise avevano numerosi insediamenti. Le narrazioni saranno scandite dalla lettura di documenti, lettere e diari di quegli anni cruciali, che negli archivi del Comune di Casoli si sono miracolosamente salvati.

 

Tra gli ospiti gli storici Costantino Felice, Luca Bravi, Giuseppe Lorentini, Eva Rizzin, Manuele Gianfrancesco e testimoni che, seppure bambini, hanno vividi ricordi di quelle esperienze, insegnanti che della cultura della memoria hanno fatto una missione.

 

Casoli, Cinema-Teatro Comunale domenica 27 gennaio ore 20.00

 

Ingresso libero, entro le 19.45, per esigenze della diretta radiofonica
La serata si potrà seguire anche sui social network di Rai Radio 3 e sul sito Raiplayradio.it

 

Download
Manifesto 100x140
Manifesto_Casoli_27.01.2019_100x140cm.pd
Documento Adobe Acrobat 7.2 MB
Download
Locandina_web.jpg
Formato JPG 6.9 MB

Scrivi commento

Commenti: 0

SOSTIENI IL PROGETTO

Documentiamo e ricerchiamo affinché non si dimentichi la memoria degli Internati civili del Campo di Casoli 1940-1944.

Il progetto di ricerca e documentazione on line sulla storia del Campo di  concentramento di Casoli 1940-1944 www.campocasoli.org è senza fini di lucro, ideato, realizzato, sostenuto e curato da Giuseppe Lorentini

I documenti del fondo dell'Archivio storico del Comune di Casoli relativi al Campo di concentramento fascista di Casoli sono riprodotti su questo sito in foto facsimilare su concessione del Comune di Casoli, Deliberazione di  G.C. n. 2 del 19.01.2017. 

www.campocasoli.org è il solo responsabile di questa pubblicazione e si declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Avvertenza: i materiali tutelati dalla legge sul diritto d'autore o concessi a www.campocasoli.org dagli aventi diritto non possono essere riprodotti senza previa autorizzazione. Si invita a rispettare i principi e le direttive stabilite dal Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici (provvedimento n. 8-P-2001 del Garante per la protezione dei dati personali) e dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.  Inoltre si fa presente che i documenti raccolti in questo sito non possono essere utilizzati in contesti che possano recare pregiudizio al prestigio e al decoro del Comune di Casoli e dei suoi cittadini, ovvero ai diritti di terzi. Nel caso in cui dall'utilizzo, dalla diffusione ovvero dalla pubblicazione di tali documenti derivi pregiudizio ai suddetti diritti, si esonera da qualsiasi responsabilità il sito www.campocasoli.org. Si informa che l'eventuale pubblicazione o riproduzione integrale di tali documenti da parte di terzi è soggetta a previa autorizzazione e subordinatamente alla citazione della fonte (segnatura archivistica). La condivisione  tramite i social network è autorizzata purché si citi sempre la fonte del sito  www.campocasoli.org.

 

    

© RIPRODUZIONE  DEI DOCUMENTI VIETATA

CON QUALSIASI MEZZO SENZA AUTORIZZAZIONE

Licenza Creative Commons
I testi pubblicati sul sito www.campocasoli.org - Documenti e storia del Campo di concentramento di Casoli 1940-1944 di Giuseppe Lorentini sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere richiesti a info@campocasoli.org.

CON IL SOSTEGNO DI

CON IL PATROCINIO DI:

 

COMUNE DI CASOLI 

Provincia di Chieti

In collaborazione con


Privacy Policy
Cookie Policy