Convegno di studi "Memoria e internamento civile nell’Italia fascista", Casoli 27 gennaio 2018


Il Convegno di studi Memoria e internamento civile nell’Italia fascista, che si svolgerà a Casoli il prossimo 27 gennaio 2018, rappresenta un momento di confronto storiografico attorno alle varie manifestazioni delle memorie e delle rimozioni repubblicane del ventennio fascista. Una prima sezione si concentra sulle specificità del caso italiano con lintento di costruire un quadro di riferimento generale allinterno del quale poi discutere i vari casi studio della seconda sezione il cui focus è il sistema di internamento fascista.

 

Nell’ultimo decennio il modello concentrazionario fascista è diventato oggetto di discussione e approfondimento storico. Agli studi pioneristici di Capogreco (I campi del Duce. L’internamento civile nell’Italia fascista (1940-1943), Einaudi, Torino 2004) si sono affiancate ad esempio alcune analisi piuttosto convenzionali come nel caso di Anna Pizzuti (Vita di Carte. Storie di ebrei stranieri internati dal fascismo, Donzelli, Roma 2010) e, più recentemente, con il progetto sui campi fascisti (http://www.campifascisti.it) si sta lavorando ad una mappatura complessiva del fenomeno, o meglio, ad un centro di documentazione on line sull’internamento e la prigionia. Inoltre, disponiamo di diversi contributi regionali e locali che, tutto sommato, risentono di una impostazione metodologica alquanto debole tanto da alimentare la continuità discorsiva di una lettura “leggera” del sistema di internamento civile fascista. La storiografia ha più volte sottolineato la difficoltà di studiare il sistema concentrazionario fascista per via della difficoltà sottese alla mancanza di fonti. Infatti, oltre ai fondi presenti presso l’Archivio Centrale dello Stato (Direzione generale della pubblica sicurezza) e di quelli custoditi nell’Archivio del Comitato Internazionale della Croce Rossa con sede in Ginevra, già ampiamente oggetto di analisi nei lavori di Capogreco, disponiamo di pochissime informazioni a livello regionale e locale. Diversa la situazione per il campo di concentramento ubicato nel corso del secondo conflitto mondiale nella cittadina di Casoli.

 

Grazie al lavoro di Tesi di Laurea Magistrale di Giuseppe Lorentini (Università di Bologna e Università di Bielefeld) sul campo di concentramento di Casoli si dispone ora di una grande mole di materiale documentaristico confluito nel portale open access www.campocasoli.org. Il suddetto portale rappresenta un importante contributo didattico e di diffusione scientifica.

 

In primo luogo, esso  uno strumento di studio utile alla ricerca scientifica delle fonti e al dibattito storiografico sull’internamento civile durante il fascismo. In secondo luogo, la divulgazione delle informazioni in esso contenute e condivise attraverso i social network contribuisce a diffondere una storia ancora poco nota intorno alla realtà dei campi fascisti. Infine, riproduce un “museo” telematico per la conservazione e la promozione di una cultura della memoria.

 

Il sito costruito e curato dal Lorentini è una prima messa a punto documentaristica di un progetto scientifico di più largo respiro volto a superare l’impasse di un certo dirigismo storicistico presente in molti lavori sul tema. Accanto all’enorme mole di lavoro documentaristico già realizzato e in continuo aggiornamento, il giovane storico di Casoli sta studiando il campo di Casoli come spazio delle pratiche della politica razziale del ventennio. La minuziosa documentazione sull’amministrazione del campo, le specifiche dinamiche nell’azione delle autorità locali permettono da una parte di guardare alla storia del campo come laboratorio del razzismo fascista a livello locale, individuarne traettorie particolari e specifiche valenze generali. D’altra parte, lo studio delle cartelle personali degli internati permette una visione interna del sistema concentrazionario fascista. Il materiale selezionato dal Lorentini può contribuire così ad aprire una nuova stagione di riflessione sull’internamento fascista.

Il coordinatore scientifico del Convegno

Prof. Vito Gironda

 


Materiale informativo da scaricare per la diffusione e la condivisione:

Download
Locandina orizzontale per stampa
Locandina_DEFINITIVA_Convegno_Casoli_27.
Documento Adobe Acrobat 9.9 MB
Download
Foto della locandina per utilizzo social-network
Locandina_DEFINITIVA_Convegno_Casoli_27.
Formato JPG 8.4 MB
Download
Manifesto verticale per stampa
100x140cm_Manifesto_DEFINITIVO_Convegno_
Documento Adobe Acrobat 7.2 MB
Download
Brochure pieghevole a portafoglio formato A4
brochure_convegno_Casoli_27.01.2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 20.7 MB

Brochure del programma del Convegno di studi

Relatori del Convegno

Introduzione al Convegno di studi "Memoria e internamento civile nell'Italia fascista", Casoli 27.01.2018 (scaricabile in pdf)

Si ringraziano per il contributo al Convegno:

Scrivi commento

Commenti: 0

SOSTIENI IL PROGETTO

Documentiamo e ricerchiamo affinché non si dimentichi la memoria degli Internati civili del Campo di Casoli 1940-1944.

Il progetto di ricerca e documentazione on line sulla storia del Campo di  concentramento di Casoli 1940-1944 www.campocasoli.org è senza fini di lucro, ideato, realizzato, sostenuto e curato da Giuseppe Lorentini

I documenti del fondo dell'Archivio storico del Comune di Casoli relativi al Campo di concentramento fascista di Casoli sono riprodotti su questo sito in foto facsimilare su concessione del Comune di Casoli, Deliberazione di  G.C. n. 2 del 19.01.2017. 

www.campocasoli.org è il solo responsabile di questa pubblicazione e si declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Avvertenza: i materiali tutelati dalla legge sul diritto d'autore o concessi a www.campocasoli.org dagli aventi diritto non possono essere riprodotti senza previa autorizzazione. Si invita a rispettare i principi e le direttive stabilite dal Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici (provvedimento n. 8-P-2001 del Garante per la protezione dei dati personali) e dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.  Inoltre si fa presente che i documenti raccolti in questo sito non possono essere utilizzati in contesti che possano recare pregiudizio al prestigio e al decoro del Comune di Casoli e dei suoi cittadini, ovvero ai diritti di terzi. Nel caso in cui dall'utilizzo, dalla diffusione ovvero dalla pubblicazione di tali documenti derivi pregiudizio ai suddetti diritti, si esonera da qualsiasi responsabilità il sito www.campocasoli.org. Si informa che l'eventuale pubblicazione o riproduzione integrale di tali documenti da parte di terzi è soggetta a previa autorizzazione e subordinatamente alla citazione della fonte (segnatura archivistica). La condivisione  tramite i social network è autorizzata purché si citi sempre la fonte del sito  www.campocasoli.org.

 

    

© RIPRODUZIONE  DEI DOCUMENTI VIETATA

CON QUALSIASI MEZZO SENZA AUTORIZZAZIONE

Licenza Creative Commons
I testi pubblicati sul sito www.campocasoli.org - Documenti e storia del Campo di concentramento di Casoli 1940-1944 di Giuseppe Lorentini sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere richiesti a info@campocasoli.org.

CON IL SOSTEGNO DI

CON IL PATROCINIO DI:

 

COMUNE DI CASOLI 

Provincia di Chieti

In collaborazione con


Privacy Policy
Cookie Policy