"Mio amatissimo, ricordando il nostro ultimo incontro, ripenso a quanta gioia tu mi hai dato". Lettera d'amore per Ante, internato nel Campo di Casoli

*Mio carissimo Ante,

ti ricordo con piacere, perché tu mi sei di gran lunga il più caro e nessuno mi infonde un sentimento così benefico come te, solo in te trovo gioia. Io spero che un giorno il mio tanto desiderato sogno (felicità) si avveri. Il mio cuore sarebbe colmo di gioia, se noi ci rivedessimo.

Mio amatissimo, ricordando il nostro ultimo incontro, ripenso a quanta gioia tu mi hai dato. Ho sofferto molto quando tu te ne sei andato, ma abbiamo superato anche questo ostacolo e guardiamo, se possibile, verso un futuro positivo. Il mio cuore non desidera altro che te, me lo dico continuamente. Ante mio, ho ricevuto la lettera del 9 agosto che tu mi hai spedito il mese scorso.

Tu hai scritto che aspetti la mia lettera. Mi rallegro che tu non tardi a rispondere alla mia lettera, quando il tempo te lo permette. Mi rende molto felice (sapere) che stai bene. Ante mio, mi hai scritto che Mile, non ti ha ancora risposto, può darsi che sia in viaggio. Mileva mi ha scritto e io le ho risposto. Kosovka chiede di me, se sono al mio paese, a lei devo ancora rispondere. Cuore mio, ho ricevuto uno scritto in italiano, che era stato scritto il 30. So che ti manca la tua patria e che ti aspettano i tuoi amici, che a loro volta hanno sentito la tua mancanza, specialmente io, che da tanto tempo ti aspetto.


Cuore mio, tu stesso sai quanto sia difficile separarsi quando fin dall’infanzia si è innamorati. Mi ricordo come è stato difficile per te separarti da me e come piangevi per me.

Mio carissimo Ante, malgrado tu sostenessi che ti avrei dimenticato in fretta e la tua mancanza di fiducia nella mia attrazione per te, penso questo: resto soddisfatta e ottimista. Tutte le cose belle di questo mondo non mi renderebbero felice, se dovessi immaginarmi una vita senza di te, ma tu non mi credi perché tu non sei innamorato di me, quindi io sarei più felice se io non ti amassi o, almeno, se l’amore fosse reciproco. Cuore mio, quando tu mi manchi, mi guardo le tue foto e le bacio. Cuore mio desidererei sognare più spesso di te, sopratutto di come ci rincontreremo, ma ogni volta che in sogno ti incontro, mi sveglio. Penso molto a te, come tu (pensi) a me; mi dispiace che tu non riceva sempre le mie lettere. Desidererei ricevere una tua lettera a giorni alterni. Finora Marko mi ha aiutata a scrivere in italiano, ma Marko se ne andrà tra poco, perché il tempo è migliorato siccome lui teme Vito, che è il suo rivale. Mirjana viene più spesso da noi e dice che tu tornerai presto. Lo zio Jure si è imbarcato perché doveva, senza averne voglia, a causa del brutto tempo in mare. La vita dei pescatori è dura. Cuore mio, quando tu verrai ci saranno acciughe salate. Carissimo, aspetto con impazienza e piena di gioia che la tua lettera arrivi, scritta con i tuoi deliziosi piccoli caratteri. Non ho una buona penna, per questo la mia calligrafia non è molto buona. Cordiali saluti dai tuoi amici, da tua zia Mirjana e da Bene Stipe Blazenke.

 

Molti saluti con affetto, la tua Zara

 

*Traduzione dal croato.

Le voci della Memoria: lettere degli internati civili del regime fascista durante il periodo bellico.

Questa è una lettera d'amore destinata ad un "internato politico ex-jugoslavo" (secondo il lessico del regime fascista) detenuto nel Campo di concentramento di Casoli, in Abruzzo. La lettera riporta la data 11.08.1943. Molto probabilmente fu censurata perché scritta il lingua croata. Per la prima volta la leggiamo (traduzione italiana).

Scrivi commento

Commenti: 0

SOSTIENI IL PROGETTO

Documentiamo e ricerchiamo affinché non si dimentichi la memoria degli Internati civili del Campo di Casoli 1940-1944.

Il progetto di ricerca e documentazione on line sulla storia del Campo di  concentramento di Casoli 1940-1944 www.campocasoli.org è senza fini di lucro, ideato, realizzato, sostenuto e curato da Giuseppe Lorentini

I documenti del fondo dell'Archivio storico del Comune di Casoli relativi al Campo di concentramento fascista di Casoli sono riprodotti su questo sito in foto facsimilare su concessione del Comune di Casoli, Deliberazione di  G.C. n. 2 del 19.01.2017. 

www.campocasoli.org è il solo responsabile di questa pubblicazione e si declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Avvertenza: i materiali tutelati dalla legge sul diritto d'autore o concessi a www.campocasoli.org dagli aventi diritto non possono essere riprodotti senza previa autorizzazione. Si invita a rispettare i principi e le direttive stabilite dal Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici (provvedimento n. 8-P-2001 del Garante per la protezione dei dati personali) e dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.  Inoltre si fa presente che i documenti raccolti in questo sito non possono essere utilizzati in contesti che possano recare pregiudizio al prestigio e al decoro del Comune di Casoli e dei suoi cittadini, ovvero ai diritti di terzi. Nel caso in cui dall'utilizzo, dalla diffusione ovvero dalla pubblicazione di tali documenti derivi pregiudizio ai suddetti diritti, si esonera da qualsiasi responsabilità il sito www.campocasoli.org. Si informa che l'eventuale pubblicazione o riproduzione integrale di tali documenti da parte di terzi è soggetta a previa autorizzazione e subordinatamente alla citazione della fonte (segnatura archivistica). La condivisione  tramite i social network è autorizzata purché si citi sempre la fonte del sito  www.campocasoli.org.

 

    

© RIPRODUZIONE  DEI DOCUMENTI VIETATA

CON QUALSIASI MEZZO SENZA AUTORIZZAZIONE

Licenza Creative Commons
I testi pubblicati sul sito www.campocasoli.org - Documenti e storia del Campo di concentramento di Casoli 1940-1944 di Giuseppe Lorentini sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere richiesti a info@campocasoli.org.

CON IL SOSTEGNO DI

CON IL PATROCINIO DI:

 

COMUNE DI CASOLI 

Provincia di Chieti

In collaborazione con


Privacy Policy
Cookie Policy